• 0Rh Positivo, prologo

    Gianna, speaker radiofonica, viene licenziata perché incapace di nascondere al microfono il malessere per la sua crisi sentimentale. La ex speaker racconta l'esperienza di spazzina nella città di Bologna, unico lavoro che riesce a trovare fuori dalla radio. Come le puntate di un monologo i capitoli scorrono tra le notti sul camion dei rifiuti, il sesso occasionale, le riflessioni sulla natura umana e l'omosessualità, vissuta in prima persona.


    Lo stile è cinematografico, visivo e magnetico, ma ciò che coinvolge in assoluto è il personaggio di Gianna, il modo in cui fallisce e reagisce, l'umanità con cui affronta il suo percorso di donna, in un inventario di emozioni, forze e debolezze nel quale è difficile non immedesimarsi.

    0Rh Positivo

    È il primo manoscritto inedito di Francesca Baldanza, pubblicato sotto psuedonimo come “prologo” al vero Romanzo d'esordio.



    Ordina

  • Scrivo per paura che i pensieri mi passino di mente.
    Scrivo per non perdere il vizio di dire le cose. Per dargli un nome.
    Scrivo nel tentativo di lasciare una traccia.
    Scrivo per me. Per guardarmi dentro.
    Scrivo per fermare il tempo.
    Scrivo per suscitare sentimenti, esprimere i miei.
    Scrivo per dare un senso al silenzio.
    Scrivo come girassi un film,
    per gareggiare con la realtà, non per superarla.
    Al massimo inseguirla.


    Francesca Baldanza

    Francesca Baldanza


    l'autrice

  • 0Rh Positivo

    “Quando ho visto per la prima volta Anna P.
    ho pensato:
    questa è Gianna, esiste già
    ed è come me l'ero immaginata.”
    Anna dà un volto alla protagonista,
    la sua vita vera è diventata parte della storia,
    ma il suo finale è ancora tutto da scrivere.

    Francesca Baldanza

    Gianna Perfetti


    la protagonista

  • Special Thanks

    Panda - Web and creative content
    Fabrizio Loche - Copertina
    Claudia Panunzio - Publishin Assistant

Speak with Gianna

"Speak with Gianna" è uno spazio dedicato a te, di dialogo e di confronto intimista con l'autrice.
Con lei potete condividere anche solo una piccola riflessione... a parte gli errori grammaticali che troverete nel libro :)